16 novembre 2018

I teatri della belle èpoque a Taranto. Tra storia e memoria visiva

I teatri della belle èpoque a Taranto. Tra storia e memoria visiva


"Taranto alla Belle Époque crede. Vi crede soprattutto la piccola, media e grossa borghesia, industriale e terriera, che nell'arco di un tempo limitato, circa trent'anni, costruirà decine di caffè, dieci teatri e sei alberghi." (Giuseppe Francobandiera).

E tutto in un nascente Borgo cittadino, che terminava in via Acclavio. Fucina '900 propone un seminario sul teatro a Taranto nei primi decenni di vita della cità "nuova".
Gianluca Lovreglio ripercorre, attraverso testi e immagini d'epoca, le vicende dei teatri - effimeri e non - della Taranto tra '800 e '900, nell'unico capoluogo di provincia della Puglia ancora - e da allora - privo di un teatro comunale degno.


Vi aspettiamo il 16 novembre, a partire dalle 18:00, presso Gagarin spazio sociale

INGRESSO LIBERO






Cinque buoni motivi per NON utilizzare il falso toponimo "isola madre" a Taranto

Cinque buoni motivi per NON utilizzare (mai più) il falso toponimo "isola madre" per indicare la città vecchia di Taranto, e ...