7 settembre 2015

Saluto a Giovanni Amodio

Giovanni Amodio
Nel lontano 1995, organizzai con gli amici della Mellone una mostra di pittura, "Emozioni a confronto", con giovani e (allora) emergenti artisti.
L'inesperienza mi portò a trascurare del tutto l'invito a critici ed esperti del settore. Un giorno entrò questo signore, che si soffermò ad ammirare le tele esposte, e poi chiese dell'organizzatore. Piccola "tirata d'orecchi", per la mancanza, e poi tanti complimenti, a me e agli artisti, messi per iscritto sul libro degli ospiti. Fu così che conobbi Giovanni Amodio. Prendevo in giro la sua spesso inerpicabile prosa, ma con tanta stima per quest'uomo di cultura, che Taranto ha perso.

Tratto dal sito www.inondazioni.it di Cosimo Rodia:

È venuto a mancare venerdì 7 agosto 2015 Giovanni Amodio, un uomo di alto valore umano, spirituale, artistico, che ha dedicato la vita a ricercare e a giocare con la parola, a trattare temi differenti e a scoprire talenti.
Giovanni, per gli intimi Gianni, nella desertificazione culturale tarantina, è stato il cenacolo della città, un concreto punto di incontro di voci e vissuti diversi, che hanno trovato nel suo studio, condiviso con la grande moglie Grazia Lodeserto, la possibilità di confronto e di crescita.
Gianni è stato sempre acuto e intelligente interprete della natura umana, tanto che nelle sue argomentazioni (scritte e orali) non sono mancate fulminanti interpretazioni e forti intuizioni da essere di riferimento.
Molti sono i titoli di merito da attribuirgli: la sua esistenza modesta ma ricca di contatti e amicizie, la sua prodigalità nell'offrire agli altri (ancor più alle giovani leve) la sapienza, i traguardi raggiunti, le esperienze compiute. Uomo poliedrico ha tenuto vivo l'interesse per la poesia, il teatro, l'arte (i primi due generi per le sue stesse attività e per quelle della figlia Barbara; il terzo genere per Grazia), producendo decine di opere e organizzando centinaia di manifestazioni ed eventi.

Nessun commento:

Posta un commento

Torricella. Castello (scheda)

Foto: ©Lovreglio Gianluca 2007 Torricella. Castello (scheda) Pubblico sul mio blog una scheda già edita dal 2005 su: storiamedievale...